arco

La storia

Già presente negli anni ’30 nel centro storico di Firenze come ufficio per la trascrizione “a macchina” di contratti di compravendita agricoli e di corrispondenza, l’attività ebbe nel 1943 la licenza per “ufficio di copisteria a macchina” assumendo il nome di “La Rapidissima”, cambiato poi negli anni ’80. La Copisteria dell’Arco conserva ancora oggi nella nuova sede di via Ghibellina le vecchie macchine nere e cromate che si usavano allora.

Con il passare del tempo i macchinari si sono naturalmente trasformati adattandosi alle nuove esigenze, fino all’avvento delle moderne tecnologie che hanno permesso di ampliare, migliorare e velocizzare il lavoro che rimane però a carattere artigianale.

Dattilografia

L'attività oggi

Rilevata nel luglio del 1987, La Rapidissima si trasformò nella Copisteria dell'Arco, che si distinse subito per la trascrizione accurata e precisa di testi anche sotto dettatura, la correzione di bozze e la composizione di atti e corrispondenza varia.

Con l’avvento del computer si aggiunse la grafica computerizzata, lo studio del marchio, la realizzazione di biglietti da visita, depliant, insegne e cartelli, e la stampa laser a colori.

Il personale
Share by: